user_mobilelogo

Quanto costa
la revisione?

54,90 € tariffa obbligatoria revisione

10,20 € diritti motorizzazione

1,78 € bollettino postale

Totale: 66,88 €

Quali mezzi
possiamo revisionare?

  • Veicoli fino a 3,5 t
  • Ciclomotori
  • Tricicli
  • Quadricicli
  • Quad
  • Motocicli
  • Motocicli con carrozzetta
  • Motocicli a 2 ruote anteriori
  • Specializzati in revisioni di veicoli d'epoca e/o d'interesse storico
  • Attrezzatura specifica per autovetture ribassate
    (storiche o di prestigio)

La revisione è il controllo tecnico al quale sono soggetti gran parte dei veicoli in circolazione. La tipologia e la periodicità dei controlli si diversificano in base alla categoria di appartenenza dei veicoli (autoveicoli e rimorchi, ciclomotori e motoveicoli, veicoli d’epoca, veicoli a trazione animale in servizio di piazza).

La revisione può essere ordinaria e a scadenza (annuale o biennale-quadriennale); può essere straordinaria a seguito di incidente stradale o su segnalazione delle Forze di Polizia o della Motorizzazione Civile (senza ritiro della Carta di Circolazione).

Le operazioni si effettuano per tutti i veicoli presso la sede operativa dell'Ufficio Motorizzazione, oppure presso le imprese di autoriparazione autorizzate alle revisioni (solo per i veicoli di massa complessiva a pieno carico inferiore o uguale a 3500 kg., esclusi i rimorchi con p.c. inferiore a 3500 kg, i motocicli e i quadricicli - articolo 80 Codice della Strada)

In caso di esito positivo viene rilasciata subito l'etichetta/timbro di avvenuta revisione sulla Carte di Circolazione. In caso di esito negativo occorre presentare una nuova richiesta di revisione.

La circolazione con un veicolo che non sia stato presentato alla prescritta revisione è soggetta alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 168 a euro 674. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle cadenze previste dalle disposizioni vigenti. L’organo accertatore annota sul documento di circolazione che il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all’effettuazione della revisione. In questi casi è consentita la circolazione del veicolo al solo fine di recarsi in un centro revisioni autorizzato o presso gli uffici della Motorizzazione. Al di fuori di tali ipotesi, nel caso in cui si circoli con un veicolo sospeso dalla circolazione in attesa dell’esito della revisione, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.941 a euro 7.767. All’accertamento della violazione di cui al periodo precedente consegue la sanzione amministrativa accessoria del fermo amministrativo del veicolo per novanta giorni. In caso di reiterazione delle violazioni, è applicata la sanzione accessoria della confisca amministrativa del veicolo. Nel caso in cui siate proprietari di un veicolo per il quale sono scaduti i termini per la prescritta revisione vi invitiamo a fissare un appuntamento presso il nostro centro, per ricevere un documento attestante l’avvenuta prenotazione, che vi consentirà di raggiungerci in tutta tranquillità.

Quando va fatta la revisione

Gli autoveicoli di massa complessiva fino a 3500 kg (ad eccezione degli autobus, taxi, noleggio con conducente, veicoli atipici ed autoambulanze), i motoveicoli (Moto, Motociclo a 3 ruote, Motociclo con carrozzetta e Quad) e i ciclomotori (Scooter, Scooter elettrici, Tricicli e Quadricicli) devono fare la revisione:

  • dopo 4 anni dalla prima immatricolazione, entro il mese in cui era stata eseguita la prima immatricolazione (vedere punto B della carta di circolazione);
  • ogni successiva revisione: 2 anni dopo la revisione precedente, entro il mese in cui era stata eseguita (vedere tagliando della revisione precedente).

Fino a questo momento, i rimorchi di massa complessiva fino a 3500 kg (ad es. roulotte, carrelli porta barche, ecc) che siano stati immatricolati dopo il 1 gennaio 1998 o revisionati dopo il 1 gennaio 1999 sono esenti da ulteriori revisioni (Decreto 17.01.2003 del Ministero dei Trasporti).

Gli autoveicoli di massa complessiva superiore a 3500 kg, gli autobus, i taxi e i veicoli adibiti a noleggio con conducente, autoambulanze, rimorchi di massa complessiva superiore a 3500 kg devono fare:

  • la prima revisione: 1 anno dopo la prima immatricolazione, entro il mese in cui era stata eseguita la prima immatricolazione (vedere punto B della carta di circolazione);
  • ogni successiva revisione: 1 anno dopo la revisione precedente, entro il mese in cui era stata eseguita (vedere tagliando della revisione precedente).

Controlli tecnici da eseguire sui veicoli

Le norme definiscono modalità, criteri e limiti ai quali attenersi per lo svolgimento del controllo tecnico dei veicoli, con particolare riferimento agli accertamenti relativi a:

  • IDENTIFICAZIONE (corrispondenza targa-telaio)
  • IMPIANTO FRENANTE (controllo efficienza)
  • STERZO (controllo gioco dei giunti)
  • VISIBILITÀ (integrità di vetri e specchi)
  • DISPOSITIVI DI ILLUMINAZIONE e SEGNALAZIONE VISIVA (piena funzionalità delle luci e integrità di fari e fanalini posteriori)
  • IMPIANTO ELETTRICO (piena funzionalità di tutti i sistemi comandati elettronicamente)
  • ASSI e SOSPENSIONI (controllo gioco organi appartenenti la stabilità e sicurezza del veicolo)
  • PNEUMATICI (misura conforme, spessore battistrada e integrità spalla pneumatico)
  • TELAIO ed ELEMENTI FISSATI AL TELAIO (assenza di fori o ruggine)
  • ALTRI DISPOSITIVI (scadenza bombole carburanti alternativi, integrità e fissaggio gancio traino)
  • EFFETTI NOCIVI (analisi gas di scarico)
  • VELOCITÀ DEI CICLOMOTORI
AppDrive

  Scarica

qui App&Drive
I servizi
della nostra officina sul tuo cellulare

RevisioneCaffe

  Revisione + Caffè

Servizio rapido con 2 linee.
E mentre aspetti noi ti offriamo il caffè...

Ti avvisiamo

  Prossima revisione?

Non ti preoccupare!
Clicca qui e alla prossima scadenza ti avviseremo noi.